Problemi di coppia

La fine di una relazione è generalmente molto difficile da sopportare. Non si riesce ad accettare la separazione, ci si sente soli e abbandonati. Si spera che il partner torni indietro e che tutto torni a essere come prima. In caso questo non accada, molte persone incominciano a perdere fiducia in se stessi, iniziando così a provare forti sentimenti d’odio verso chi ritengono colpevole della loro sofferenza, e in alcuni casi si rischia anche di cadere in depressione.

Collocata ai primi posti nella scala degli eventi stressanti, la separazione è un trauma che deve essere elaborato. Da un punto di vista psicologico la perdita del partner viene paragonata all’esperienza del “lutto”, ovvero la reazione emozionale che si sperimenta quando si perde una persona significativa della nostra vita.

Non si può amare qualcuno e perderlo senza sentirsi soli e deprivati del suo affetto, senza diventare vulnerabili e provare dolore.

A differenza della morte, la perdita del partner nelle separazioni è "l’accettazione di vivere senza l’altro che continua la sua vita indipendente".

La psicoterapia interviene e sostiene la persona nella necessaria elaborazione dei vissuti, sostanzialmente quando, di fronte alla separazione, emergono sintomi specifici quali: ansia, dolore, rabbia, depressione, confusione e disorientamento.

Terapia consigliata

Terapia di coppia
Dai conflitti all'interno di una coppia si può arrivare a un chiarimento.


Altri disturbi

Ansia
Molte persone hanno avuto o potranno avere un disturbo d’ansia.

Problemi di coppia
La fine di una relazione è generalmente molto difficile da sopportare.

Burn-out
Essere in situazione di stress lavorativo tipica delle “professioni di aiuto”.

Torna all'elenco

Quello in cui crediamo determina quello che siamo!